di amuleti porta-allegria e nuovi cavalieri

Caro Diario,

Di solito non scrivo cose tanto intime, ma questa volta farò un’eccezione.
Perché da carnevale scorso una nuova figura è entrata nella vita dell’appartamento. Il suo arrivo è passato un po’ in sordina. Forse perché è una figura molto silenziosa (ma per certi versi anche un po’ “chiassosa”), ma per me è anche altrettanto significativa. Al suo nome spesso vengono associati concetti negativi, ma in questa casa per me è sinonimo di allegria e leggerezza. Ed è per questo che ci è entrato, come una sorta di amuleto ironico, di mascotte scacciapensieri, di porta-allegria (perché un porta-allegria è molto meglio di un porta-fortuna)…
Non che abbia funzionato un granché, a dire il vero. Di allegria e leggerezza in questo appartamento da febbraio ce ne sono state ben poche… Perciò ho pensato di incrementare l’aura (e l’area) aumentandone il numero. Non che di solito questa equazione funzioni, ma in questo caso sono fiduciosa. Ora non c’è più solo una maschera, ma una famiglia di maschere che veglia sul divano, luogo di tranquillità serale e di lavoro diurno al portatile. Ora Orso non è più da solo: ci sono anche Coniglio, Volpe e Lupo.

A dire il vero c’è anche Tigre, ma mi sembrava più giusto aiutarlo ad ambientarsi inserendolo nella zona più esotica dell’appartamento: il bagno – se non altro esotica a livello climatico.

E il loro arrivo questa volta non è affatto passato inosservato.
Lo Smilzo – che aveva già avuto un brutto vis-a-vis con Orso il giorno del suo arrivo, con conseguente inarcata di schiena e coda ad albero di natale – al momento non sembra molto felice di questa sorveglianza ravvicinata, per di più proprio sulla sua area di sosta preferita. Ogni tanto si gira di scatto, giusto per accertarsi che alle sue spalle questi quattro nuovi cavalieri – che a lui più che altro paiono quelli dell’apocalisse – non gli tirino un brutto scherzo e non balzino giù dalla parete addentandogli il coppetto.
Boris, del resto, non ha preso molto meglio le novità: è scappato sotto al letto solo sentendo il rumore dello scotch che stavo tirando per appenderle. Quando poi è tornato in salotto speranzoso che il peggio fosse passato con quell’orrido rumore, ha avuto una brutta sorpresa…

2016_0518_11163500-01-tile coppia 2016_0518_11254800-01 tris

Probabilmente questo articolo vi sembrerà sull’orlo del ridicolo, e probabilmente avete ragione. Però ho pensato che la nostra casa non dovrebbe solo assomigliare a noi stessi, ma anche a quello che noi stessi vorremmo essere. E per questo largo alle frasi motivazionali sul comodino o sul cuscino, sì, ma anche largo alle cose che ci fanno sorridere. Perché io voglio disperatamente essere più allegra e più leggera (ma forse, finché lo voglio “disperatamente” non lo sarò mai).

2016_0518_10540200-01

 

4 pensieri su “di amuleti porta-allegria e nuovi cavalieri

    • Addirittura?! Pensa che io temevo fosse il mio articolo peggiore! Ma tu sei di parte, non vale 😉 P.S. Temo di essere rimasta incastrata nella fase volere. 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *