certe idee costano…

 

Ecco, questo pezzo di muro lungo 51,5 cm, per il solo fatto di esistere mi è costato la bellezza di 440,44 euro…

Nonostante il parere contrario di molti, mi ero messa in testa l’idea di buttarlo giù (e quando mi metto in testa una cosa non c’è muro portante che tenga).
Chiamo quindi un muratore per un parere. Lui mi dice che secondo lui si può fare anche se è portante, ma che per averne la certezza è meglio chiamare un ingegnere e mi dà il numero di uno con cui saltuariamente collabora .
Chiamo e chiedo se è possibile avere un’IDEA approssimativa della fattibilità e dei costi del lavoro. Si presentano in due e iniziano a prendere misure a destra e manca, chiedendo documenti sull’edificio e parlando di domanda in Comune. Imbarazzata ripeto che per ora vorrei solo un’IDEA.
Qualche giorno dopo nel loro ufficio per portare i documenti richiesti, per sicurezza, ribadisco il concetto di IDEA.
Con l’IDEA che tarda e l’agitazione che cresce non mi mancano le occasioni per ripetere noiosamente il ritornello.
Ma mi sa che l’ingegnere non l’ho annoiato abbastanza perché dopo un mese invece dell’IDEA mi arriva un COMPUTO METRICO di stima lavori di 2.173,10 euro (e sottolineo il virgola-dieci) e un conto di  500,00 euro (arrivati dopo una mia “efficacissima” trattativa a 440,44 (e sottolineo il virgola-quarantaquattro)). (Beffa delle beffe, l’IDEA non riesco neppure a farmela perché nel Computo sono presi in considerazione solo i lavori muratura, ma non i lavori elettrici, i permessi del Comune né tantomeno la parcella del caro ingegnere)
Allibita (e impallidita) decido di informarmi e scopro che, con in mano un Computo Metrico validato dal suo ordine, il caro ingegnere, seppure moralmente contestabile, è legalmente inattaccabile.
Ora ho 440,44 euro in meno sul conto, un muro di 51,5 cm nell’ingresso e la cognizione che un’IDEA può costare 440,44 euro (e la consapevolezza che devo imparare a essere più diretta).

Da italiana media (ovvero “basso colta”) che non aveva mai avuto bisogno di chiamare un ingegnere (e chi cacchio aveva mai avuto casa prima?!) mai avrei immaginato che un preventivo (e tantomeno un’IDEA) potesse costare così tanto (perché per me È TANTO).
Lungi da me mettere in discussione la più che giusta richiesta di compenso per tutto il lavoro che c’è dietro un Computo Metrico, ma il problema è che io NON ho chiesto un Computo Metrico!
Sarò all’antica e pure un po’ ingenua , ma da un professionista mi aspetto che a una persona che gli chiede di avere un’IDEA lui risponda: “mi dispiace, ma io non do idee vaghe, ma solo computi metrici precisi (al centesimo) che costano 500 euro, ti va bene?” (e visto che c’era il mio “professionista” poteva anche dirmi che gli ci voleva pure un mese per farmelo). Lo so, sono proprio una povera ingenua…
Ma fatto sta che nel parlare di questa storia è venuto fuori che ad altri amici era successa la stessa cosa. Evidentemente non sono l’unica “sprovveduta” che ignora questa pratica ed evidentemente il mio non è l’unico “professionista” che se ne approfitta.

Quindi, visto che la figura dell’ignorante, sempliciotta e pure “patacca” l’ho già fatta, almeno che la mia figuraccia serva a qualcosa, perciò ai restanti compagni “sprovveduti” a gran voce dico: quando contattate un tecnico (architetti, ingegneri e geometri) CHIEDETE SEMPRE IL PREVENTIVO DEL PREVENTIVO!

2 pensieri su “certe idee costano…

  1. Parlavi di me quando dicevi che è capitato ad altri? Ebbene sììììììììì. La carissima professionista era architetto. E mi ha combinato praticamente lo stesso scherzo . Che vergogna! Non per il prezzo, ma per la mancanza di chiarezza. Ma ti pare che un professionista debba comportarsi così? Poveri noi!!!

    • Sì, pensavo a te, ma non solo. Parzialmente – ma tristemente – consolante, ho saputo che a un’altra persona che conosco è successa la stessa identica cosa… La percentuale di “professionisti” sale…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *