cassetta della posta trompe-l’oeil

Eccoci finalmente con il primo tutorial un po’ più creativo e un po’ meno “tecnico”…
E cos’altro poteva essere se non la cassetta delle lettere, l’oggetto che, forse più di tutti, testimonia al mondo esterno il nostro legame con Lui, il nostro appartamento?

Questo è il nostro testimone in versione prima&dopo:

cassetta prima e dopo
Se volete sapere come abbiamo fatto, di seguito trovate i vari passaggi (trattasi in realtà di semplicissimo decoupage):

cp1 Se non l’avete già, scegliete una cassetta dalle linee pulite e senza decorazioni a rilievo.
Quella che ho scelto io aveva la superficie già ruvida è quindi non c’è stato bisogno di carteggiare, ma, nel dubbio… carteggiate sempre! Così si prepara meglio l’oggetto ad aggrappare gli strati successivi di vernice.
cp2 Dopo aver protetto il foro della serratura con della carta, passate due mani di primer per metallo. Tra una mano e l’altra e dopo l’ultima, aspettate i tempi di asciugatura indicati dal produttore e poi carteggiate leggermente con carta vetrata fine (grana 200-250).
cp3 Procedete stendendo una/due mani di smalto a seconda della copertura. Nel caso stendiate due mani, abbiate sempre l’accortezza di aspettare i tempi di asciugatura e carteggiate leggermente tra una mano e l’altra.
cp4 Ritagliate l’immagine che avete scelto.
Per ottenere l’effetto trompe-l’oeil, io ho cercato un’immagine di cassetta della posta che mi piacesse, poi con un programma per immagini ne ho cambiato colore e dimensione a seconda delle mie necessità. Infine l’ho fatta stampare in una copisteria.
cp5 Con un pennello stendete la colla sul retro dell’immagine. Io ho usato della colla da parati, ma si può usare anche della vinilica.
cp6 Posizionate e incollate l’immagine sulla cassetta premendo bene ed eliminando eventuali bolle d’aria.
cp7 Dopo aver lasciato asciugare la colla, con un taglierino rifilate il perimetro dello sportellino, il foro della serratura e altre parti che sono rimaste coperte dalla carta.
Se necessario, con un pennellino, rincollate i bordi appena tagliati, in modo che aderiscano perfettamente al supporto.
cp8 Ora potete passare una finitura trasparente per esterni. Vi consiglio, anche in questo caso, un paio di mani.

Et voilà!

Che ve ne sembra? Io – una volta tanto! – sono stata davvero soddisfatta del risultato. Talmente tanto che mi sarebbe dispiaciuto compromettere l’interezza dell’immagine inserendo la placchetta portanomi, perciò ho optato per una sobria etichetta da applicare sullo sportellino superiore…

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *