un tutorial imbarazzante

Questo tutorial è talmente semplice, ma neanche semplice, direi proprio elementare, da essere quasi imbarazzante.
Eppure ogni tanto, per risollevarsi il morale dopo estenuanti esperimenti manuali “matti e disperatissimi”, si ha bisogno di qualche lavoretto super-mega-easy! Qualcosa di cui si possa apprezzare subito il risultato senza sforzi immani e risultati incerti.

Già da qualche anno avevo rubacchiato a mia madre dei vecchi telai di paralume. Inizialmente avevo intenzione di farne un lampadario, ma nell’unico posto dove poteva stare non mi convinceva… Poi mi era venuta un’altra idea, una delle mie frequenti idee poca-praticità&tanto-sbattimento di cui sopra, per cui l’avevo temporaneamente accantonata.
Tuttavia, ogni volta che vedevo quei telai accatastati in cantina il mio cuore soffriva mentre la mia mente cricetica continuava affannosamente a girare sulla ruota… Finché – ancora una volta da Santo Pinterest – l’Illuminazione: un tavolino!
Non che i tavolini a questo punto della storia ci mancassero, anzi… (quello che continua a mancarci è un cavoletto di tappeto che possa soddisfare me e il mio portafoglio, ma non le unghie dei felini… chiedo niente, no?!) Ma l’idea del telaio-tavolino ormai si era impadronita di me.

Ecco il tutorial imbarazzante:

il tutorial imbarazzante

Occorrente:

  • Per prima cosa vi serve un telaio di paralume. Questo tutorial è talmente imbarazzante che io non ho neppure riverniciato il mio scrostatissimo telaio. Ho pensato che nell’appartamento ci stava bene qualcosa di vecchio e malconcio – oltre a me! Se voi volete rimetterlo in sesto, o semplicemente cambiargli colore, io consiglio sempre una carteggiatina e un fondo spray per il metallo, prima di procedere con lo smalto.
  • Poi vi serve un vassoio. E questo tutorial è talmente imbarazzante che ho deciso di sfruttare solo cose che avevo già. E così un vassoio di cartone da pasticceria usato è diventato il protagonista del salotto. Ma voi potete usare anche qualcosa di meno “imbarazzante”!
  • E questo tutorial è talmente imbarazzante che tecnicamente si fermerebbe qui. Però, se volete, potete decorare il vassoio come più vi piace. Io, per evitare l’effetto “ho-finito-la-torta-e-ho-appoggiato-il-piatto-nel-primo-posto-che-ho-trovato”, ho deciso di decorarlo con della carta adesiva nera che mi era avanzata da altri progetti. Il primo tentativo di decorazione geometrica non mi convinceva un granché, così sono finita – guardacaso – a ritagliare un numero… [Nel giro di un post ho già allungato la lista del lettering in casa!]
  • E poi quello che serve in ogni tutorial che si rispetti: scotch di carta, forbici, carta copiativa e matita.

Procedimento:

1 1. Questo tutorial è talmente imbarazzante che ho fatto una cosa che voi proprio non dovete fare: avendo la stampante fuori uso, con un pezzo di carta da forno, ho ricalcato la lettera… direttamente dallo schermo del computer! Ma se voi volete bene al vostro schermo, non fatelo! P.S. Per gli animi più sensibili e gli attivisti sui diritti dei computer: sappiate che ho tenuto la mano leggerissssssima!
2. Come in tutti i tutorial imbarazzanti che si rispettino, il passaggio successivo è ovvio: con l’aiuto della carta copiativa e di un po’ di scotch di carta, riportate la decorazione sul retro della pellicola adesiva. In caso di lettere o numeri, ricordatevi di capovolgerli, mi raccomando!
3. E, non ci crederete mai, ma… a questo punto del tutorial imbarazzante dovete… ritagliare la decorazione! Incredibile, eh?!
4. E chi l’avrebbe mai detto, a questo punto dovete… incollarla!

Fine tutorial. Ve l’avevo detto che era imbarazzante!

 

Ed ecco il “nuovo” tavolino per le rituali foto di gruppo [e quando dico “foto di gruppo” Boris arriva e si mette in posa]. Ed ecco svelato il perché del numero 5: nel nostro micro salotto è il 5° tavolino! …Tavolini ne abbiamo?!

tavolino paralume bis 1 tavolino paralume bis 2

 

8 pensieri su “un tutorial imbarazzante

  1. Boris è troppo bello e poi, è perfettamente abbinato al numero sul tavolino, che per inciso è davvero carino (un colpo di genio… e io che ho buttato da poco, dopo anni di giacenza, un vecchio paralume!) 😀
    La mia attenzione però è stata catturata anche, da qualcosa che hai lì sopra il tavolo e con la quale io ho preparato un tutorial imbarazzante per domani! 😉 ah ah ah

    • Sono curiosa a questo punto… Qual è l’oggetto con cui hai preparato un tutorial: una tazzina, il the…? Fammi sapere, che sono curiosa come Boris! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *